Non ci resta che Instagram

Se ci fosse un premio per gli assidui frequentatori di Instagram di sicuro arriverei in finale.  Sono iscritta dal 2013, quando ero molto più piccola, non sapevo neanche come usarlo e non avevo idea di cosa fossero gli hashtag ma allo stesso tempo mi divertivo ad essere in contatto con il mondo intero.

Inevitabile e superfluo dire che dal 2013 ad oggi Instagram è una piattaforma del tutto diversa da cui sono nati mestieri posizioni lavorative mai sentite prima. Le foto sgranate e scattate da una pessima prospettiva hanno lasciato il posto a post (neanche a farlo apposta) curati nel minimo dettaglio.

Dalla Chiaretta nazionale che postava le prime foto, (una tentai anche di imitarla con scarsissimo successo), ai primi influencer e fashion blogger che arricchivano ogni giorno il feed di foto impeccabili, scattate da fotografi professionisti e abiti dell’ultima collezione di Armani e Prada abbiamo provato tutti( e proviamo tuttora) ad imitarli schiavizzando amici e parenti per farci fare foto mai come quelle da copertina Vogue e allora la colpa andava( e va) sempre al fotografo di turno.

Ora, a mio avviso, è diventato facile etichettare un individuo come influencer quasi come bere un bicchier d’acqua. E’ passato un messaggio sbagliato: se hai followers allora puoi pubblicizzare e di conseguenza guadagnare. E ora non possiamo negarlo: a tutti fa piacere guadagnare quindi rinunciare ad essere pagati per una foto non passa neanche per l’anticamera del cervello e ottenere prodotti gratis da brand conosciuti non può che giovare.

Ma non è questo il punto. Ormai questa faciltà con cui si diventa influencer ci porta a non distinguere più il sottile confine tra vero e falso, ridicolo e sensato, d’inspirazione e banale.  Instagram è uno spaccato della società ed una finestra sul mondo che ti permette di osservare,curiosare, commentare stando comodamente seduto sul divano o in qualsiasi altro luogo.

Seguo da sempre personaggi pubblici, influencer o anche fashion blogger e stilisti ma  con dei contenuti diversi, particolari, originali, non banali. Seguo chi riesce ad avere una visione critica del mondo e ad affrontare la vita con intelligente ironia, chi scrive caption originali, degne appunto di influenzare. Persone che senza ritocchi etici ed estetici da cui prendere spunto. (Notate bene: non copiare bensì prendere spunto). E credetemi se qualcuno merita davvero il successo ed il seguito che ha non c’è invidia o cattiveria, almeno da parte mia, neanche quando vedo foto in alberghi di lusso o alle sflilate della Fashion Week.  Penso piuttosto all’iter della persona in questione e a come può essermi d’aiuto.

Ma durante le mie “esplorazioni social” il più delle volte vedo storie e post inutili, completamente modificati, con descrizioni banali e prive di senso per cui ogni occasione è buona per sponsorizzare beveroni e diuretici. Ma nonostante la lamentela perché l’ignorante di turno ha successo e la risata guardando le foto di chi usa filtri per avere pelle più levigata e labbra più grandi,nonostante definiamo trash le scenate di gelosia dei vip o chi sponsorizza una bevanda facendo finta di berla ma in realtà il bicchiere è più vuoto del mio portafogli dopo le vacanze, alla fine si dà seguito a questi personaggi perché è sempre più facile ascoltare chi parla di detox con filtro Lisa and lena che chi ha davvero qualcosa da comunicare.

E allora smettiamola di seguire profili insignificanti, di mettere likes a foto con dieci modifiche, a cieli con le nuvole laddove c’era un sole che spaccava le pietre e viceversa, di apprezzare descrizioni scontatissime e ai limiti del ridicolo. La qualità di Instagram dipende soprattutto da noi. Instagram non è pieno di “Chi guadagna senza lavorare” ne di banalità, basta solo saper distinguere e sapersi distinguere in un mare magnum di qualunquismo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Natale di stile con Karl Lagerfeld

Non c’è modo migliore che festeggiare le vacanze di natale con Karl Lagerfeld, tra una tazza di cioccolata calda ed un episodio della nuova serie netflix “7 days out” diretto da Andrew Rossi.

La serie sarà disponibile sulla piattaforma dal 21 dicembre, oltre ad un salto virtuale nel backstage della Haute couture primavera estate 2018 combina food, sport, celebrities e tanto altro.

Non resta che aspettare la data di uscita ma nel frattempo ecco alcune delle immagini più iconiche della maison e del re Karl. Per altro correte sulla pagina Instagram https://www.instagram.com/alliunzgram/

 

 

a66c45da73fd033cdd982ed9b11ddbe8a043a6f2e74458237773f0987770bfa6karl-lagerfeld-portrait_b

 

 

Vans Gogh

Con la nuova collezione Vans vedremmo alcune delle più famose opere del pittore olandese Van Gogh, genio e artista intramontabile, nel nostro guardaroba. Potremmo indossare capi con stampe richiamate ai Girasoli , l’Autoritratto o anche il celebre Ramo di mandorlo in fiore. Inoltre, il ricavato delle vendite andrà alla tutela del patrimonio dell’artista. Una bellissima iniziativa capace di attrarre sia i giovani che gli adulti amanti dell’arte. E voi, cosa aspettate? E’ arrivato il momento di riempire l’armadio con capi cool e creativi.

5 borse per l’estate

Durante le vacanze estive un accessorio estremamente indispensabile è la borsa, che sia di paglia, a tracolla o un elegante clutch. Scopriamo insieme dei modelli da mettere assolutamente in valigia:

1)Borsa di paglia

Comoda e glamour per andare in spiaggia, è adorabile sia con fiori, dettagli e nastri che con graziose scritte.

 

2)Tracolla

Molto versatile, adatta sia per un aperitivo che per una serata fuori. Da non perdere, oltre le classiche di cuoio, le numerose rivisitazioni fluo.

 

3)Secchiello

Capiente, ci si può mettere tutto (o quasi) ed è estremamente cool. La borsa a secchiello si sposa benissimo con un look da giorno sia a mare che in città.

4)Clutch

La borsa più femminile in assoluto, da abbinare ad un tacco alto o ad un semplice e comodo maxi dress con sandalo basso. E’ una carta vincente, d’obbligo per una serata speciale.

5)Borsa trasparente

La più in voga quest’estate, immancabile anche nelle collezioni di Prada, Fendi e Michael Kors. Cosa mettere all’interno? Occhiali da sole e telefono di sicuro. Inoltre, in alcuni casi si può inserire un’altra borsa e il risultato è super glam.

Ritorna la Dior Saddle Bag

Nata nel 1999 con John Galliano, la Dior Saddle Bag ha conquistato numerose attrici,modelle e celeb tra cui Paris Hilton e Sarah Jessica Parker. La praticità e la comodità della Saddle, chiamata così perché evoca le selle dei cavalli, ha reso l’accessorio indispensabile e versatile.

Ritorna nella collezione Dior Fall Winter 2018-2019 firmata Maria Grazia Chiuri, sia con modelli monocromi che motivi colorati, scritte e perline. È stata anche aggiunta una tracolla con borchie e frange, capace di donare un look sia glam che rock

Ecco alcune amanti della Saddle Bag:

In vendita i capi di Yasmine Le Bon

Da oggi, 19 luglio, sono in vendita alcuni dei capi più belli di Yasmine Le Bon su http://vestiairecollective.com/.

La modella inglese è stata regina delle passerelle e musa di stilisti tra cui Gianni Versace, Oscar De La Renta e Ralph Lauren. Nonostante il dispiacere per alcuni abiti che hanno caratterizzato la sua vita, Yasmine è sicura sia la cosa giusta da fare e tra i tanti capi cede anche un bellissimo abito nero regalato da Mr. Alaia e un paio di scarpe firmate Manolo Blahnik.

Ecco alcune delle foto più belle di Yasmine

5 tipi di scarpe da mettere assolutamente in valigia

Se stavate aspettando con ansia i saldi per acquistare un nuovo paio di scarpe da mettere in valigia, ecco 5 modelli da non farsi scappare

1)Sandali bassi

Ideali per passeggiare sulla spiaggia o per un aperitivo al tramonto.Possono essere abbinati a tutto, dai maxi dress ai pantaloni. Sono un vero must have sia impreziositi da pietre sia il classico ma intramontabile modello a schiava.

3)Espadrillas

Per un look da gitana impossibile rinunciare! Adorabili sia monocolore(in particolar modo fluo) sia con disegni e fantasie.

4)Pool Slides (ciabattine da piscina)

Inizialmente si usavano solo in piscina ma ora grazie alle numerose rivisitazioni sono diventate un passepartout anche per la sera. Ecco un bellissimo modello con fiocco bianco e blu.

scarpe20joshua20sanders20272elegante20infradito20donna20joshua20sanders20checked20bow20pool20slides20blu20infradito20joshua20sanders20donna20n_lrg.jpg

5)Sneakers

Che dire? Immancabili ed intramontabili, adatto a tutte! Ecco un modello rosa chic e casual allo stesso tempo

HD_0000148782_283447_09

Copiare il look della Ferragni senza spendere troppo? Sì, si può fare

Chiara Ferragni ,ormai prossima alle nozze con il compagno Fedez , ha organizzato un mega party ad Ibiza per l’addio al nubilato con i 19 amici più stretti e ovviamente le sorelle Valentina e Francesca. Per l’evento la fashion blogger si è tinta i capelli di rosa e ha provveduto affinché tutti avessero il costume con tanto di hashtag #chiaratakestoIbiza.

Non è passato inosservato l’abito di paillettes indossato durante la prima serata di festeggiamenti, in molte si sono chieste di che marca fosse e dove acquistarlo. Il meraviglioso abito è di Asos, si può acquistare anche online alla modica cifra di 69,99 €.

Altro capo che molto apprezzato è la t-shirt bianca con scritta ‘Googlami’ indossata dalla Ferragni con una giacca di paillettes. Anch’essa acquistabile online alla cifra di 30€, realizzata da Burro Studio per Gilda D’Ambrosio: amica di Chiara Ferragni e fondatrice della marca ‘The Attico’.

Buon compleanno Re Giorgio

In ormai 84 anni di vita e 40 di carriera Giorgio Armani è diventato un’icona della moda e non solo. Ha creato un impero iniziando a lavorare come commesso alla ‘Rinascente’ fino a firmare la prima collezione nel 1975 e a collaborare con grandi divi del cinema. È stato Armani,infatti,a disegnare abiti e costumi per attori e attrici di fama mondiale come Richard Gere in ‘American Gigolò’, Penelope Cruz e persino Leonardo Di Caprio in ‘The Wolf of Wall Street’.Un fatturato che conta più di 8 milioni di dollari grazie a hotel, ristoranti e ovviamente alle linee d’abbigliamento tra cui Armani Jeans e Armani Exange e che sicuramente non avrà mai fine. Nella gallery alcune tra le sue foto più belle

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora